Studio retrospettivo sulla cheratite acanthamoebica negli ultimi 10 anni

Studio retrospettivo dei risultati microscopici confocali in vivo e dei risultati del trattamento della cheratite acanthamoebica

Sponsor

Lead Sponsor: National Taiwan University Hospital

Fonte National Taiwan University Hospital
Breve riassunto

La cheratite acanthamoebica è un'importante malattia della cornea che può causare gravi complicazioni. La difficoltà nella diagnosi, la difficoltà nel trattamento e il lungo processo di trattamento sono fattori che portano alla prognosi infausta di questi pazienti. In questo studio retrospettivo, il gli investigatori cercano di analizzare la cheratite acanthamoebica provata nei tessuti diagnosticata nel ns ospedale. I ricercatori si concentreranno sui risultati microscopici confocali in vivo, il storia medica ed esito del trattamento medico / chirurgico. Gli investigatori raccoglieranno i casi provati sui tessuti secondo i dati forniti dal reparto diagnosi di laboratorio e dipartimento patologico. Verranno raccolti i risultati microscopici confocali in vivo e analizzato. Gli investigatori guarderanno anche attraverso la fotografia degli occhi esterni da dati memorizzati nel sistema PAC. La storia medica e l'esito del trattamento saranno studiati da revisione della cartella clinica. Da questo studio, gli investigatori miravano a trovare un modo semplice di diagnosticare la cheratite acanthamoebic dalla microscopia confocale in vivo e scoprire un migliore modo per il trattamento.

Descrizione dettagliata

La cheratite da Acanthamoeba (AK), causata da un'ameba patogena, è una cornea pericolosa per la vista infezione con forte dolore, difetto epiteliale, foschia epiteliale, pseudodendriti e, la maggior parte tipicamente, cheratoneurite radiale. L'infezione corneale da AK è stata riconosciuta per la prima volta a metà degli anni '70. Da allora, è stato diagnosticato un numero crescente di casi di AK, principalmente di conseguenza dall'uso improprio di lenti a contatto morbide.

La diagnosi clinica di AL è difficile, soprattutto nelle prime fasi della malattia, e questo spesso viene diagnosticata erroneamente e trattata come un'infezione da herpes simplex. È stata segnalata una diagnosi ritardo di oltre 18 giorni tra la comparsa dei sintomi e l'inizio del trattamento anti-amebico si traduce in uno scarso progresso della malattia. Mentre la diagnosi definitiva è fatta dalla conferma di Cisti di Acanthamoeba o trofozoiti nelle lesioni corneali mediante colorazione, biopsia corneale o tessuto coltura.

La microscopia confocale in vivo è stata considerata utile nella diagnosi rapida di AK. Il Le cisti di Acanthamoeba sono state osservate quasi esclusivamente nello strato delle cellule epiteliali come altamente particelle riflettenti, rotonde o stellate, ad alto contrasto con un diametro da 10 a 20 μm. Era ha suggerito che l'invasione delle cisti di Acanthamoeba nello strato di Bowman potrebbe essere un utile predittore per un decorso clinico persistente. I trofozoiti sono a forma di pera o irregolari strutture a forma di cuneo, alcune circondate da un brillante alone, altre belle estensioni pseudopodiche, con dimensione media di 30,2 µm (range 19,2-55,6μm). È stato segnalato presente nello stroma della cornea. Cheratociti attivati ​​altamente riflettenti che formano un favo è stato segnalato che il cambiamento del modello era presente intorno alla cheratoneurite. Inoltre, è stata osservata infiltrazione di cellule infiammatorie, possibilmente cellule polimorfonucleate i cheratociti nei casi di AK. Tuttavia, i risultati microscopici confocali in vivo in i pazienti con AK è ancora limitato. Alcuni risultati clinici potrebbero non essere correlati con il rapporti pubblicati prima.

John K.G. et al. hanno raccomandato il trattamento clinico della cheratite da Acanthamoeba utilizzando Diamidine e Biguanide che sono gli unici due farmaci cisticidi Acanthamoeba provati, mentre Il metronidazolo è efficace in vivo ma non in vitro. Lo steroide topico è stato considerato piuttosto controverso ma importante e vantaggioso. Si consiglia di utilizzare un minimo di 2 settimane di Biguanide prima dell'uso di steroidi topici per il controllo dell'infiammazione. Quando Acanthamoeba la cheratite è stata diagnosticata nelle prime fasi del decorso della malattia, lo steroide topico può essere risparmiato per il utilizzo immediato di Diamidina e Biguanide per uccidere il patogeno. In un multicentro del Regno Unito studio su 218 pazienti, la durata media della terapia medica è stata di 6 mesi (range, 0,5-29 mesi). Nel 2011, poco più della metà degli intervistati utilizzava corticosteroidi nel trattamento di Cheratite da Acanthamoeba. Gestione chirurgica incluso debridement epiteliale, crioterapia e la chirurgia dell'innesto corneale può essere essa stessa terapeutica se eseguita precocemente e promossa penetrazione. Pertanto, quando si sospettava una cheratite da Acanthamoeba, a lungo termine e immediata può essere necessario un trattamento medico e l'uso di steroidi topici contro la cheratite da Acanthamoeba vale ancora la pena indagare.

Stato generale Stato sconosciuto
Data d'inizio gennaio 2014
Data di completamento Luglio 2016
Data di completamento principale Giugno 2016
Tipo di studio osservazionale
Il risultato principale
Misurare Lasso di tempo
Numero di partecipanti con reperti tipici di immagini al microscopio confocale in vivo (Confoscan 3.4.1; Nidek Technologies, Padova, Italia) attraverso il completamento dello studio, una media di circa 10 anni di diagnosi al microscopio e previsione del progresso della malattia dei pazienti con Acanthamoe
Iscrizione 100
Condizione
Intervento

Tipo di intervento: Altro

Nome intervento: nessun intervento

Etichetta del gruppo del braccio: pazienti con diagnosi di cheratite da acanthamoeba

Eleggibilità

Metodo di campionamento: Campione di non probabilità

Criteri:

Criterio di inclusione:

- presentazione al Dipartimento dell'Università Nazionale di Taiwan dal 1 giugno 2003 a dicembre. 30, 2016

- sospetto di cheratite da Acanthamoeba da parte dell'oftalmologo

- trattamento farmacologico con il successo della cheratite da Acanthamoeba

- il tessuto si è rivelato essere Acanthamoeba Keratitis

- inviato dall'altro ospedale con la diagnosi di Cheratite da Acanthamoeba

Criteri di esclusione

- i pazienti sospettano cheratite corneale da Acanthamoeba dal 1 giugno 2003 al dicembre. 30, 2013, ma senza dati confocali in vivo o registrazioni cartografiche complete.

Genere: Tutti

Età minima: 10 anni

Età massima: 90 anni

Volontari sani: No

Ufficiale generale
Cognome Ruolo Affiliazione
Wei-Li Chen, MD,PHD Study Director professor of National Taiwan University
Contatto generale

Cognome: Chia-ju Lu, MD

Telefono: +886223123456

Telefono interno: 65197

E-mail: [email protected]

Posizione
Servizio, struttura: Stato: National Taiwan University Hospital
Paesi di posizione

Taiwan

Data di verifica

Maggio 2016

Parte responsabile

Genere: Sponsor

parole
Ha accesso esteso No
Condizione Sfoglia
Braccio di gruppo

Etichetta: pazienti con diagnosi di cheratite da acanthamoeba

Descrizione: Criterio di inclusione: - Tutti i pazienti che si presentano al Dipartimento dell'Università Nazionale di Taiwan dal 1 giugno 2003 a dicembre. 30th, 2016 con il tessuto AK corneale testato sarà incluso. Criteri di esclusione - Pazienti con AK corneale provata dal tessuto nel periodo compreso tra il 1 giugno 2003 e il dicembre. 30th, 2016, ma senza dati confocali in vivo o record grafici completi.

Informazioni sul design dello studio

Modello osservazionale: Coorte

Prospettiva temporale: Retrospettiva

Fonte: ClinicalTrials.gov